L’inferno in vacanza: a fuoco Castiglione della Pescaia, Marina di Grosseto e Porto Azzurro




Non è ancora conclusa la bonifica dopo il fuoco che ieri ha devastato Marina di Grosseto che oggi, poco dopo mezzogiorno e fino a poco fa, i vigili del fuoco, i volontari e gli operai forestali sono stati impegnati nuovamente nelle stesse zone.

‘Sembra l’apocalisse’ ci ha scritto la nostra lettrice Francesca che si trovava a Principina e ci ha inviato un video in diretta dei nuovi incendi a Marina di Grosseto e a Fiumara.
Sul posto 2 squadre dei vigili del fuoco del capoluogo maremmano ed un elicottero della regione. Alcune macchine già bruciate, si aggiungono alle 26 auto in fiamme di ieri.
Quindici uomini e nove veicoli antincendio intervenuti poco dopo a Castiglione della Pescaia su tre diversi fronti d’incendio di vegetazione.

I vigili del fuoco di Grosseto sono riusciti a circoscrivere ed estinguere i tre incendi a Castiglione della Pescaia. La presenza di squadre a presidio sul posto, sia dei vigili del fuoco, sia del personale AIB, ha permesso un intervento immediato ed in forze riuscendo a limitare i danni. Sono andati in fumo 1,5 ettari di bosco e 1,5 ettari di sterpaglia e colture oltre a 6 auto. L’intervento dei vigili del fuoco e AIB ha permesso di evitare che le fiamme raggiungessero altre auto e delle serre.

Non è finita: ieri Marina di Campo, oggi ancora all’isola d’Elba, a Porto Azzurro, nella panoramica che dal paese sale fino a Forte Longone, in cima alla scogliere del promontorio che domina la baia e Porto Azzurro e che ospita il carcere al suo interno. L’allarme è scattato intorno alle 16 dalla sottostante spiaggia della Pianotta.

Le fiamme hanno trovato subito esca nella vegetazione bassa e nei canneti di cui abbonda la zona, spinte dal forte vento di maestrale che fortunatamente le allontana dalle prime case del paese, non molto lontane dal punto dove è partito il fuoco.