Archeodromo di Poggibonsi tra i grandi della cultura: primo premio dal Mibact




Ha vinto nei confronti di ‘avversari’ noti ovunque, che hanno fatto e fanno la storia e la cultura d’Italia, simboli del Bel Paese nel resto del mondo. Galleria degli Uffizi di Firenze, Arena di Verona, Palazzo Te di Mantova, la Scala di Milano, Museo Egizio di Torino.
Tra questi nomi è stato l’Archeodromo di Poggibonsi con la Fortezza medicea e tutto il complesso di Poggio Imperiale a vincere il primo premio nazionale Art Bonus promosso dal MIBACT.

“Il lavoro serio paga. Pagano la competenza, la passione, l’innovazione, il valore scientifico, la partecipazione, la condivisione – commenta il sindaco di Poggibonsi David Bussagli subito dopo l’annuncio ufficiale, poche ore fa – .
Io ne sono orgoglioso.E’ un premio al lavoro. Ad una scommessa che è sembrata utopia all’inizio ma che si è concretizzata. A questo risultato stanno dietro il lavoro dell’Università di Siena, della squadra del professor Valenti. E il contributo di tanti cittadini che da subito hanno accompagnato con passione questo progetto. Che è un lavoro sulla storia, ma anche su presente e futuro”.

Il concorso Progetto Art Bonus dell’anno è un’iniziativa promossa da Ales Spa in collaborazione con Promo PA Fondazione – LuBeC (Lucca Beni Culturali) con l’intento di premiare il progetto dell’anno finanziato da Art Bonus più votato sulla piattaforma www.concorsoartbonus.it.

Il Concorso si pone i seguenti obiettivi: gratificare mecenati e beneficiari che insieme hanno reso possibile il recupero e la valorizzazione del patrimonio culturale del Paese;
promuovere Art Bonus non solo verso la comunità degli addetti ai lavori, ma altresì verso il grande pubblico;
divulgare in maniera sempre più forte Art Bonus come opportunità per cittadini e imprese di dare valore alla cultura identitaria dei loro territori.

Lunedì 27 febbraio la cerimonia di premiazione al Parco della Fortezza Medicea di Poggio Imperiale a Poggibonsi alla presenza del Sottosegretario di Stato del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, onorevole Antimo Cesaro.