Tutela dei lavoratori, democrazia paritaria e tpl: gli altri temi del consiglio comunale

Colle val d'Elsa

Tutela dei lavoratori, democrazia paritaria e trasporto pubblico locale. Sono stati questi altri temi al centro del consiglio comunale che si è svolto nei giorni scorsi a Colle di Val d’Elsa. Nel corso della seduta, è stato approvato all’unanimità l’ordine del giorno presentato dai gruppi consiliari Sel, Prc, Pd e Udc per reintrodurre la legge numero 188 del 2007 contro le dimissioni in bianco, mentre quello avanzato da Pd, Pdl e Udc per l’attuazione della democrazia paritaria è stato approvato con i voti favorevoli di Sel e Prc, oltre ai gruppi consiliari proponenti, e l’astensione di Fli, lista civica “Insieme per Colle” e il Gruppo indipendente. La seduta del consiglio comunale è già on line sulla web tv istituzionale, Colle Tv (www.comune.collevaldelsa.it/tv), divisa per punti all’ordine del giorno. Questa sera, martedì 10 aprile alle ore 22.30 sarà trasmessa anche su Canale6 Valdelsa (canale 274 del digitale terrestre), con replica domani, mercoledì 11 aprile, alle ore 14.30, e nei giorni successivi.

Ordini del giorno. L’ordine del giorno per reintrodurre la legge numero 188 del 2007 a tutela dei lavoratori chiede alle istituzioni di inserire nei bandi e nelle gare per la fornitura di beni e servizi clausole contrattuali che escludano la pratica delle dimissioni in bianco e di prevedere la revoca del contratto di fornitura nel caso in cui si dimostri che le dimissioni siano state sottoscritte contemporaneamente all’assunzione. Nel testo si chiede anche alla Regione di approvare in tempi stretti una legge regionale che escluda in Toscana la pratica delle dimissioni in bianco. Compiacimento per il senso civico dell’ordine del giorno e della votazione unanime è stato espresso dall’assessore alle pari opportunità, Federica Casprini, che ha evidenziato come la pratica delle dimissioni in bianco colpisca soprattutto le donne e limiti la loro condizione lavorativa e familiare.

L’assessore Casprini ha mostrato apprezzamento anche per l’ordine del giorno sulla democrazia paritaria, come atto di indirizzo del consiglio comunale, sottolineando la necessità di creare le condizioni per un’effettiva attuazione della pari rappresentatività delle donne, nei diversi ambiti lavorativi. Nel testo si parla di democrazia paritaria come requisito fondante di una società moderna e avanzata con parità effettiva tra uomini e donne nell’accesso alla rappresentanza elettiva.

Interrogazioni. La seduta ha visto anche la risposta alle due interrogazioni presentate dalla lista civica “Insieme per Colle” sulla revisione del servizio di trasporto pubblico urbano entrata in vigore alcune settimane fa e sul percorso pedonale fra Colle e Gracciano. “Il servizio di trasporto pubblico fra Colle di Val d’Elsa e Gracciano – ha detto l’assessore alla mobilità, Claudio Niccolini – è stato riorganizzato nei giorni festivi, cercando di non penalizzare troppo gli utenti. Nel 2012 l’amministrazione comunale colligiana metterà a disposizione del trasporto pubblico locale le stesse risorse del 2011, nel rispetto dell’accordo di programma sottoscritto insieme alla Provincia e agli altri Comuni del territorio senese, per garantire un servizio essenziale ai cittadini. Questo impegno, però, a fronte di minori risorse erogate dalla Regione, ha reso necessario compiere delle scelte, che abbiamo condiviso con l’azienda Tiemme Mobilità. Abbiamo mantenuto invariato il trasporto extraurbano, usato ogni giorno da numerosi pendolari, e abbiamo riorganizzato alcune linee urbane, soprattutto nei festivi, e ripristinato due corse a servizio di Castelsangimignano nella giornata del venerdì. Il trasporto pubblico locale rimane una priorità per l’amministrazione e se nei prossimi mesi saranno reperite altre risorse, ci impegneremo a valutare soluzioni alternative e l’eventuale ripristino di corse riorganizzate”. Sul passaggio pedonale fra Colle e Gracciano, nel tratto delle Gore Rotte, ha risposto il sindaco, Paolo Brogioni, affermando che la zona è al centro di un progetto di trasformazione urbana che ha già visto alcuni interventi di messa in sicurezza e che vedrà la compartecipazione dei lottizzanti in alcune opere di urbanizzazione, compresa la viabilità pedonale.

SCRIVI UN COMMENTO

Galleria fotografica

CAPITALE SOCIALE: € 10.000 I.V. - P.IVA/CF 01190490522 - Registrazione Tribunale di Siena n.683 del 25.6.1999 - Direttore Responsabile Stefano Bisi